[[ Download Kindle ]] Ä Die Schlafwandler ⚥ eBook or Kindle ePUB free

[[ Download Kindle ]] ⚷ Die Schlafwandler à , 1886 1951. With brilliant characters and scenes that seem to fly right from the pages, The Sleepwalkers is a very original and interesting book. Hermann Broch is another of those early twentieth century Austro Hungarian writers whose works I have discovered and devoured over the past decade Though not as famous as Franz Kafka and Robert Musil, his work is right up there with them in its caliber and depth His magnum opus was the stunning hallucinatory prose poem The Death of Virgil, but The Sleepwalkers in the vein of Musil s A Man Without Qualities is another extraordinary work of art.German language novels from the dawn of the modern age are not entertaining beach reads, and several people I have recommended this book to found it dreadfully boring and impossible to finish To others myself included these works, which plumb the depths to explore the societal changes that were forming themselves at the time, are fascinating and hard to put down The translation is by the Muirs, of Kafka fame, who render here another superb and elegant version for those of us who cannot, sadly, read the book in its native tongue.The novel is divided into three parts, each exploring an aspect of the struggles of different classes and people in Germany to deal with the flux in morals, mammon and modernity as the twentieth century was dawning and the old world was passing on The first part, The Romantic, details the personal conflicts of a Prussian nobleman, Von Pasenow, as he tries to avoid the dangerous and seductive lures of liberal society and maintain the faith and tradition of the Junkers The second book, The Anarchist, moves us to the Rhineland, where we follow the peregrinations of Esch up and down the great river, seeking better work and seething against the perceived class war in Germany, and the corruption and ethical laxity of the rich capitalists who have risen to economic power The third part, The Realist, brings us Von Pasenow and Esch, each older and scarred, in a small town in the Eifel Highlands in Germany, bordering Belgium, during the First World War They are beset by Huguenau, an Alsatian deserter from the German Army and a thoroughly modern businessman, devoid of scruples or morals, determined to live his life using reason and reason alone Broch is lamenting the turn that German and Austrian society was taking As the novel s denoument approaches, Von Pasenow and Esch rise to the occasion even the old anarchist is moved by his moral compass towards heroism, whilst Huguenau, looking out for number one from dawn till dusk, can only see in heroism the irrational lure of suicide Hueguenau survives the war indeed, comes out of it a wealthy man but what, actually, has he won There is an act of injustice, a remorseless betrayal by the Alsatian, that will have any red blooded reader seething but Broch offers no pat endings or comforting answers to his questions As he posits The great question remains how can an individual whose ideas have been genuinely directed towards other aims understand and accommodate himself to the implications and reality of dying This is not a book of action or important events it is a slow, detailed study of its characters, their milieu, and their way of dealing with the massive changes coursing through Germany and Europe It probes and prods, and moves at a leisured pace Broch is a brilliant writer, and he has produced a brilliant book When desire and aims meet and merge, when dreams begin to foreshadow the great moments and crises of life, the road narrows then into darker gorges, and the prophetic dream of death enshrouds the man who has hitherto walked dreaming in sleepThe man who from afar off yearns for his wife or merely for the home of his childhood has begun his sleepwalking. Finire questo libro stata una liberazione E mi dispiace, perch la prima parte mi era piaciuta Poi per andando avanti, la lettura per me si appesantita, le digressioni filosofiche davano l idea di uno stacco troppo netto con il resto della storia, non scorreva Ho fatto fatica, ho avuto pi volte il desiderio di mollarlo ma la curiosit di capire dove volesse andare a parare l autore stata pi forte L idea di base trovo sia vincente l evoluzione dell impero guglielmino attraverso tre personaggi Pasenow, Esch e Huguenau Tre libri diversi che si riuniscono nell ultimo Ma pur ammettendo l indiscutibile valore dell opera qualcosa per me non ha funzionato Tre stelle solo per la piacevolezza con cui ho affrontato la prima parte. Parlare di questo romanzo non facile Avevo infatti pensato di non farlo ma, avendolo letto con un gdl, cercher di riordinare le idee.Diviso in tre parti, I sonnambuli , secondo la concezione che Broch ha della letteratura in particolare della poesia un percorso di conoscenza Scritto tra le due guerre, rappresenta il disorientamento dell individuo di fronte a una societ che non riconosce e in cui non si riconosce pi.Sono tre le reazioni e tre le fasi di questo processo, incarnate dai tre protagonisti del romanzo von Pasenow, Esch e Hugenau.Nel primo e nel secondo libro, pur con una differenza, i sonnambuli sono coloro che si adattano a vivere in quella zona d ombra tra un passato che non esiste pi e un futuro ancora in embrione, ricorrendo a convenzioni, residui inconsistenti del passato Von Pasenow, figlio di un proprietario terriero, ha lasciato la famiglia e la vita della campagna per entrare nell esercito In citt , a Berlino, vive uno sfaldamento tra le sue tradizioni e un ambiente in cui quelle stesse tradizioni sono diventate un guscio vuoto a cui egli continua ad aggrapparsi per attenuare la propria insicurezza La tonaca stata sostituita dall uniforme che, indossata, diventa per lui come come una seconda pelle che, oltre a dargli un identit precisa e separata, gli consente anche di guardare le cose dall esterno, con un confortante distacco Si sente sradicato e allo stesso tempo attirato dal nuovo che intravede.Esch, pignolo e preciso contabile, vive proiettato verso un futuro che ancora non , rifiutando per questo il passato Il ricordo per lui un agonia Il viaggio ha un senso, perch con esso ci lasciamo tutto alle spalle e guardiamo in avanti La visione di Esch si basa sulla necessit di mettere ordine nel caos del mondo Chi sul mare non ha meta e non pu giungere a compimento chiuso in s Quel che in lui possibile, riposa Chi lo ama, pu amarlo solo per quel che promette Per questo l uomo della terra ferma ignora che cosa sia l a e prende per a la propria angoscia Ma il navigante subito lo impara, e i fili che lo univano a quelli della riva si strappano ancora prima che la costa declini In questa parte il saggismo si sovrappone spesso alla narrazione C un continuo cambio di registro, con incursioni nella sfera religiosa e una visione del presente che si discosta da quella del primo libro Qui si percorre un altra tappa del cammino che dovrebbe portare l uomo a capire e prepararlo a una rinascita dopo la necessaria distruzione.In questa parte il saggismo si sovrappone spesso alla narrazione C un continuo cambio di registro, con incursioni nella sfera religiosa e una visione del presente che si discosta da quella del primo libro Per Broch la scrittura soprattutto la poesia ma anche il romanzo un processo di conoscenza Qui si percorre un altra tappa del percorso che dovrebbe portare l uomo a capire e prepararlo a una rinascita dopo la necessaria distruzione Discorso diverso e molto pi complesso andrebbe fatto per la terza parte del libro, in cui la fase finale del sonnambulismo descritta in forme diverse, dalla ballata, al saggio, al racconto in prima persona Si frammenta la narrazione e si frammentano le storie Ritroviamo Pasenow ed Esch, insieme allo sgradevole protagonista del terzo volume, Hugenau, affarista, disertore e omicida, uomo totalmente libero da qualsiasi valore, concentrato esclusivamente sul proprio interesse E ancora, troviamo altri personaggi, che potremmo definire comprimari, ognuno dei quali ha in s una forma diversa di sonnambulismo C il soldato dal corpo devastato dalle ferite, inspiegabilmente vivo, distaccato dal mondo e chiuso in un anima che a fatica si ricostruita intorno alle membra distrutte c un soldato che trova nell alcol lo stordimento necessario per difendersi dagli orrori vissuti in guerra c Hanna, una donna col marito al fronte, il cui io appare strozzato in rapporto a una realt incerta.Siamo al culmine del sonnambulismo, al momento in cui la societ polverizzata nell individualismo e il tema di sottofondo l estrema solitudine.Broch sostiene la necessit della distruzione perch dalle ceneri nasca una societ nuova.Questo, a grandi linee, il senso de I sonnambuli.Le considerazioni da fare sarebbero ancora tante, dall evoluzione delle figure femminili nelle tre parti, alla visione religiosa, alla convinzione che solo il Medioevo sia stato un tempo perfetto, perch la concezione della vita era teocentrica e ancora la rappresentazione dell a le idee sull arte il valore del tempo la natura, protagonista di pagine splendide.Ma non questo il luogo.